APC
Droni: nuove norme UE sulla sicurezza

Droni: nuove norme UE sulla sicurezza

I deputati europei hanno approvato in via definitiva nuove norme UE per garantire un uso sicuro dei droni e aggiornare le norme sulla sicurezza aerea.

Pubblicato: 14/06/2018 17:25

di: Redazione BitCity.it

   

I deputati del Parlamento Europeo hanno dato il via libero definitivo all’accordo raggiunto, nel novembre 2017, tra i negoziatori del Consiglio e del Parlamento su regole UE per i droni e gli operatori di droni, al fine di garantire un livello comune di sicurezza e contribuire allo sviluppo di prodotti e servizi. Attualmente, la maggior parte dei droni è soggetta a differenti norme nazionali, il che può ostacolare lo sviluppo del mercato.
In base alle nuove regole, i droni dovrebbero essere progettati in modo da poter essere utilizzati senza mettere a repentaglio le persone. In base al rischio connesso, ad esempio al peso del drone o all'area operativa, il drone avrà bisogno di dotarsi di caratteristiche specifiche, come l'atterraggio automatico, nel caso in cui l'operatore perda il contatto con il drone, o i sistemi anticollisione. Gli operatori dei droni avranno l’obbligo di essere a conoscenza di tutte le regole in vigore e essere in grado di operare in sicurezza. Ciò significa che alcuni di loro dovranno seguire un corso di formazione prima di poter utilizzare un drone. 
Per favorire l’identificazione in caso di incidente, gli operatori di droni dovranno essere iscritti in registri nazionali e i loro droni contrassegnati per l'identificazione. Ciò non si applicherà agli operatori di droni più piccoli. Sulla base di questi principi fondamentali, la Commissione europea ha il compito di elaborare norme più dettagliate a livello UE, quali i limiti massimi di altitudine e di distanza per il volo dei droni, e di stabilire quali operazioni e quali tipi di droni dovrebbero essere certificati in base al rischio che comportano. Le norme determineranno inoltre quali operatori dovranno seguire una formazione supplementare ed essere registrati e quali droni dovranno essere dotati di dispositivi supplementari di sicurezza. 
Oltre a stabilire le regole comunitarie sui droni, le modifiche approvate aggiornano la legislazione UE sulla sicurezza aerea, al fine di mantenere l’alto livello esistente nell’UE, con norme più adatte all’aumento del traffico aereo previsto nei prossimi decenni. Sarà rafforzata la cooperazione tra l'Agenzia dell'UE per la sicurezza aerea (AESA) e le autorità nazionali per quanto riguarda la valutazione dei rischi in relazione al sorvolo delle zone di conflitto. Inoltre, la Commissione sarà incaricata di elaborare norme per ottenere in tempo reale i dati dai registratori di volo (“scatola nera”) in caso di emergenza di un aeromobile, così da accelerare gli interventi di emergenza. 

Ultime News
Arriva LibreOffice 6.1

Arriva LibreOffice 6.1

I requisiti minimi per i sistemi operativi sono Microsoft Windows 7 SP1 e Apple macOS 10.9.

Kaspersky Lab: è record di Trojan bancari per dispositivi mobile

Kaspersky Lab: è record di Trojan bancari per dispositivi mobile

Kaspersky Lab ha rilasciato un nuovo report dedicato all’evoluzione delle minacce informatiche e...

L'Agcom sanziona Amazon: fa attività postale senza avere l’autorizzazione

L'Agcom sanziona Amazon: fa attività postale senza avere l’autorizzazione

Sanzione di 300 mila euro che ha visto coinvolte Amazon Italia Logistica, Amazon Italia...

iliad: ecco come funziona la nuova offerta a 6,99

iliad: ecco come funziona la nuova offerta a 6,99

40 GB, minuti e sms illimitati a 6,99 euro, per sempre. Gli utenti che hanno sottoscritto la...

Facebook lancia le

Facebook lancia le "ToDo List" sui cellulari

La nuova funzionalità che rientra nelle strategie del social network finalizzate ad una maggiore...

40 anni dopo, lo spam è ancora il mezzo più usato dai criminali online

40 anni dopo, lo spam è ancora il mezzo più usato dai criminali online

Una nuova ricerca di F-Secure e MWR Infosecurity evidenzia che lo spam è la fonte malware numero...

I piu' letti
Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media